Quiche Lorrain


L’ho assaggiata per la prima volta a Ginevra, li è di casa essendo vicini al territorio francese, così tornata in Italia ho provato a farla.

Ingredienti:

  • 150 gr di Groviera grattugiato
  • 1 pizzico di Noce moscata
  • 200 gr di Pancetta
  • 300 ml Panna da cucina
  • 1 pizzico di Pepe
  • Sale q.b.
  • 1 uovo intero più 3 tuorli
  • una confezione di Pasta brise’
  • teglia da forno dal bordo basso
Preparazione:
Imburrare la teglia e adagiarvi la Pasta Brisè facendola aderire bene al fondo. Pareggiare i bordi tagliandoli con un coltello e punzecchiare con una forchetta la Pasta Brisè sul fondo della teglia. Effettuare a questo punto la cottura in bianco o cieca (vedi sotto).
Nel frattempo tagliare la pancetta a dadini e scottarla per circa 10 minuti in acqua bollente, poi scolarla e tenerla da parte. Togliete la Quiche dal forno e mettete sul fondo il Groviera grattugiato.
Sbattete poi le uova in una ciotola insieme alla panna, aggiungendo il pizzico di noce moscata, di pepe, di sale e mescolare il composto ottenendo una crema da versare nella teglia fino ricoprendo gli altri ingredienti. Infornare la Quiche Lorraine a  170° per circa 20 minuti o fino a quando vedrete la superficie dorata. Lasciar raffreddare la Quiche Lorraine nella teglia per una decina di minuti, in modo che si compatti.

Varianti. Al posto della pancetta e’ possibile utilizzare verdure come funghi, asparagi, zucchine, piselli ecc… precedentemente scottati e saltati in padella.

Cottura in bianco o cieca: tagliare a misura del fondo della tortiera, della carta da forno. Aadagiare la sagoma di carta sulla base della torta, poi riempire la tortiera con legumi secchi. Infornare la torta per circa 15-20 minuti in forno già caldo a 200°. Trascorso il tempo, sfornare la torta e togliere i legumi e la carta forno. Rinfornare per altri 15 minuti circa alla stessa temperatura, in modo che la pasta si asciughi e diventi un pò dorata. Sfornare quindi la torta e spennellare la base con un po’ di uovo sbattuto  – questo serve per isolare la base della torta dai liquidi di un’eventuale ripieno, che potrebbero inzupparla eccessivamente – Potete spennellare la torta, sia calda, appena sfornata, sia fredda e ripetere l’operazione anche due volte per isolarla meglio.

Ricetta presa da Giallozafferano.

Galleria | Questa voce è stata pubblicata in SFIZI, TORTE SALATE. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...